19 Gennaio 2022

La vedova Socrate di Franca Valeri

con Lella Costa

Regia di Stefania Bonfadelli

 

“La morte di un marito è un così grande dolore che nessuna donna ci rinuncerebbe”.

Franca Valeri, grande matriarca del teatro italiano, prima di compiere 100 anni il 31 luglio 2020 aveva chiesto a Lella Costa di raccogliere il suo testimone e interpretare  Santippe, la protagonista della commedia ‘La vedova Socrate’, testo da lei scritto nel 2003. Liberamente ispirato a ‘La morte di Socrate’ dello scrittore svizzero Friedrich Durrenmatt, nato a seguito dell’intuizione di Giuseppe Patroni Griffi che glielo suggerì, è ambientato nella bottega di antiquariato ed oggettistica di Santippe, la moglie del filosofo tramandata dagli storici come una delle donne più insopportabili dell’antichità. Il monologo di Lella Costa è un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale, rivendicazione disincantata e narrazione caustica.

Liberamente ispirato a La morte di Socrate di Friedrich Dürrenmatt

Per gentile concessione di Diogenes Verlag AG

Luci Cesare Agoni