Nosferatu redux

Nosferatu redux

Martedì 26 Novembre 20209, ore 20:45

Ore 20.00, al Ridotto del Teatro:
Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità.

Ensemble L’ Arsenale

spettacolo per musica e film  (from Wilhelm Murnau)
musica   Filippo Perocco

Livia Rado   soprano

Ilario Marciano   sax
Lorenzo Tomio   chitarra elettrica
Igor Zobin    fisarmonica
Roberto Durante   pianoforte e synth

Vittorio Demarin    video animazioni

Filippo Perocco    direttore

Nosferatu di Wilhelm Murnau, considerato il capolavoro del regista tedesco e uno dei capisaldi del cinema espressionista, è liberamente ispirato al famoso romanzo epistolare Dracula di Bram Stoker. Murnau dovette modificare il titolo, i nomi dei personaggi e i luoghi per problemi legati ai diritti legali dell’opera. Il regista fu comunque denunciato dagli eredi di Stoker; perse la causa per violazione del diritto d’autore e venne condannato a distruggere tutte le copie della pellicola, tuttavia una copia “clandestina” fu salvata dallo stesso Murnau, e il film è potuto sopravvivere ed arrivare ai giorni nostri.
La musica non commenta, non descrive ma si nutre dei sogni che vivono nei personaggi, impotenti e a volte buffi, per diventare un’immaginaria rappresentazione di chi vede, di chi suona e di chi ascolta. Gli elementi e i frammenti (musicali), a volte presi in prestito dalla musica popolare, sono reiterati senza essere imprigionati nella funzione tipica del Leitmotiv.
Questi, sono concepiti invece come veicoli di una sensazione provata, di un’emozione suscitata, di un sogno persistente, con lo scopo di vivere un ascolto nella perseveranza del ricordo.
Il Nosferatu come un lungo viaggio onirico.