Lucio Battisti: il suono e l’anima

Lucio Battisti: il suono e l’anima

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 20:45

Ore 20.00, al Ridotto del Teatro:
Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità con il Direttore Federico Pupo e Bruno Conte.

Bruno Conte

Bruno Conte voce 

Massimo Barbieri pianoforte e tastiere

Sergio Borgo chitarre

Nico Crosara basso

Ettore Martin sax

Chiara Turra voce

La ricerca del suono nella musica di Battisti è stata fondamentale.
Dalla metà degli anni ‘70 ha sempre mantenuto il ruolo di apripista sfruttando al meglio ciò che l’evoluzione tecnologica offriva. Fondamentale la chitarra acustica così come tastiere e sintetizzatori fino all’elettronica, essenziale nell’ultima produzione. L’anima battistiana è quella che emerge dalla sua inconfondibile voce e da una forza interpretativa unica e inimitabile che è stata col tempo riferimento per intere generazioni di cantanti e musicisti. L’anima soul e rock dei primi anni cui si unisce quella più profonda e riflessiva grazie ai testi di Mogol e Pasquale Panella. Bruno Conte affronta il repertorio con le sue naturali doti canore che lo accomunano al cantautore reatino senza tuttavia cadere nella mera imitazione e con una grande capacità di entrare in piena empatia col pubblico in sala sin dalle prime note.Una band capace di esprimere con estrema qualità lo stile compositivo originario virando al rock quando necessario o infondendo talvolta una velata inclinazione jazz grazie all’ esperienza dei suoi componenti e arrangiatori. A 20 anni dalla scomparsa, il Teatro di Legnago vuole fare un omaggio alla musica ed alla voce di uno dei cantautori che hanno segnato la storia della canzone italiana del ‘900.