I Virtuosi Italiani

I Virtuosi Italiani

Sabato 6 Aprile 2019, ore 20:45

Ore 20.00, al Ridotto del Teatro:
Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità con Alberto Martini , primo violino concertatore.

Alberto Martini  primo violino concertatore

Teofil Milenkovich  violino – “Premio Antonio Salieri 2018”

Progetto VivoTeatro in rete con i Teatri sostenuti da Fondazione Cariverona

Nino Rota (1911-1979)  Concerto per Archi

Ernest Chausson (1855-1899)  Poème per violino e orchestra op. 25

Camille Saint-Saëns (1835-1921)  Introduzione e Rondo Capriccioso op. 28 per violino e orchestra

Cinema Fantasie,  con proiezione delle immagini tratte da i film in sincrono con la musica

Nino Rota  Ballabili dal Film “Il Gattopardo” , “Il Padrino”

Astor Piazzola (1921-1992)  Adios Nonino per violoncello e archi , Fuga y Misterio

John Morris (1926-2018)  Frankenstein Junior

John Williams (1932)  Schindler’s list

Michael Nyman (1944)  Lezioni di piano

Si può ben definire ‘crossover’ questo concerto de I Virtuosi Italiani con il suo maestro concertatore Alberto Martini, abituati da sempre a proporre programmi musicali che dal barocco arrivano al jazz, passando dal classico ed il romantico fino al contemporaneo e accompagnando solisti di ogni genere. Proprio per questa loro straordinaria versatilità, oltre che per il livello esecutivo sempre di alta qualità il complesso è oggi considerato uno dei più importanti a livello internazionale e ambasciatore della Cultura e della Musica Italiana nel Mondo. Ecco, infatti, un programma che per varietà di generi e autori non può essere classificabile secondo canoni classici: nell’arco di tempo di circa 150 anni, si va dal tango di Piazzolla alla colonna sonora di famosi film, dal Concerto per archi di Nino Rota a due fra le pagine più significative del repertorio violinistico, affidate al talento di Teofil Milenkovich. Un vero fuoriclasse, il diciottenne Teofil, fratello di Stefan e vincitore del Premio Salieri 2018: violinista prodigio che a soli 18 anni vanta oltre quaranta premi internazionali e centinaia di concerti tenuti in tutto il mondo. Descritto dalla stampa internazionale come un fenomeno rarissimo sia per la bravura tecnica sia per il temperamento trascinante delle sue esibizioni, Teofil eseguirà due brani che gli autori dedicarono ad altrettanti violinisti e compositori che hanno fatto la storia della letteratura ed interpretazione violinistica del XIX secolo: Eugène Ysaÿe per Poème di Ernest Chasson e Pablo de Sarasade per Introduzione e Rondo Capriccioso di Camille Saint-Saëns.