Lilya Zilberstein

Lilya Zilberstein

Lunedì 29 Gennaio 2018, ore 20:45

Ore 20.00, al Ridotto del Teatro:
Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità.

Lilya Zilberstein Pianoforte

Alexander Scriabin (1872 – 1825)

Sonata n. 3 in fa diesis minore, op. 23

Sergej Rachmaninov (1873 – 1943)

Sei Momenti Musicali, op. 16

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)

24 Variazioni sull’arietta “venni Amore” di Vincenzo Righini in Re maggiore, Wo065
Sonata in Fa minore n. 23, op. 57 “Appassionata”

 Una delle più celebrate pianiste del nostro tempo in un programma che geograficamente si colloca tra la Russia e Vienna, proprio come la sua vita. Ma che musicalmente è senza confini, proprio come la carriera artistica di Zilberstein, da più di trent’anni protagonista sui palcoscenici internazionali. E che inizia questo recital dal moscovita (come lei) Scriabin, con la sonata che il compositore definì “Un grido contro Dio e contro il fato” e che segnò la conclusione del suo periodo romantico, per proseguire poi con un’opera di Rachmaninov densa di pathos, esuberante e intensamente emotiva. La seconda parte è tutta dedicata a Beethoven, delle poco conosciute giovanili Variazioni su un’aria di Righini di sino all’evoluzione matura della celebre “Appassionata”.